Notizie dai Consiglieri Internazionali

Inauguriamo qui uno spazio gestito dai Consiglieri Internazionali di UNIMA Italia Alessandra Amicarelli, Roberta Colombo, Remo Di Filippo e Tonino Murru. Grazie a questa rubrica saremo maggiormente in contatto con quanto accade in UNIMA e nei tanti Centri Nazionali disseminati in tutto il mondo.

Salve a tutti/e i/le soci/e

nel mio recente viaggio in Australia, ho avuto modo di parlare con Adam Bennett, membro del Comitato Esecutivo di UNIMA Australia in Western Australia.

Essendo l’Australia una nazione-continente grande come tutta l’Europa, Adam Bennett svolge la figura di coordinatore delle attività UNIMA in Western Australia (Australia occidentale), dove la presenza di compagnie di teatro di figura è più ridotta rispetto all’est del paese dove si incontrano le grandi città come Melbourne, Sydney, Adelaide e quindi c’è una più alta concentrazione di compagnie.

UNIMA Australia ha solo un consigliere internazionale, anche se ha circa 120 membri, ma questo consigliere è Karen Smith, Presidente di UNIMA!!!

La situazione teatrale australiana è molto differente da quella europea. Normalmente bisogna affittare i teatri per potersi esibire e le compagnie di teatro di figura, che economicamente non sono forti, cercano di esibirsi soprattutto nelle scuole dove c’è possibilità di fare repliche e tournée. In Western Australia (WA) precisamente nella città di Fremantle, c’è il centro teatrale Spare Parts Puppet Theatre, che ha una programmazione di teatro di figura stabile e riceve sovvenzioni statali ma, purtroppo, la programmazione non da spazio a compagnie esterne al centro stesso.

In questo momento Adam è molto scettico rispetto all’azione di UNIMA Australia perché secondo lui offre poco agli associati e si sta trasformando in un’associazione prettamente politica. Mi ha fatto questo esempio: per un artista australiano sarebbe molto comodo aver una lista di festival europei e mondiali per avere maggior facilità nel cercare di creare tournée internazionali e, magari, avere ospitalità da altre compagnie nel paese in cui si trova.

Adam si domanda cosa UNIMA può realmente fare per valorizzare e migliorare la vita degli artisti di teatro di figura. In Australia, UNIMA organizza ogni due anni un bando per una borsa di studio a un/a socio/a per specializzarsi nelle scuole di teatro di figura europee. Inoltre, UNIMA Australia invia una newsletter mensile e organizza, sempre mensilmente, un meeting online per cercare di mantenere il gruppo coeso e informato, o anche solo per socializzare. Su 120 iscritti partecipano a questi meeting circa 16 / 20 soci/e.

Queste sono le informazioni che Adam mi ha dato durante il nostro incontro e avendo parlato a nome di UNIMA Italia con lui, ho raccontato ciò che UNIMA Italia sta facendo, le nuove energie che si stanno muovendo dentro al centro nazionale italiano, le domande che ci stiamo ponendo e la voglia che abbiamo di farlo crescere sia nel numero di soci/e che nella qualità dell’attività svolta.

Spero che questo piccolo riassunto possa essere interessante per voi. 

Un abbraccio grande a tutti/e,

Remo Di Filippo